SANITA
La Cooperazione Italiana è attiva nel settore sanitario in Albania dal 1997. Dopo le iniziali azioni di emergenza, l’intervento italiano si è concentrato in iniziative di potenziamento e sviluppo strategico del settore.
La Cooperazione Italiana opera anzitutto attraverso programmi di riabilitazione infrastrutturale e potenziamento tecnologico dei presidi locali, implementati dal Ministero della Sanità albanese. E’ il caso del Programma di riabilitazione dei poliambulatori Tirana, Girocastro, Korça e Peshkopie, in corso d’implementazione. In questo campo è intervenuta anche la ONG Aispo, attraverso il Programma promosso di “Potenziamento del sistema di pronto soccorso dell'Ospedale regionale di Scutari”, che ha fornito macchinari, ambulanze ed assistenza tecnica ai pronto soccorso di Scutari e Pukë.
Sono stati inoltre realizzati interventi di sostegno in materia di sanità di base ed assistenza alla persona, finanziati attraverso progetti promossi dalle ONG italiane presenti in Albania. Tali iniziative mirano in particolare a garantire tutela ed assistenza sanitaria a categorie particolarmente vulnerabili. E’ il caso, ad esempio, del progetto di “Prevenzione, cura e assistenza fisioterapica delle disabilità nelle aree centro e nord dell'Albania”, implementato dalla ONG Dokita, e di quello di fornitura di “Servizi modello integrati su base comunitaria per alcolisti, tossicodipendenti e altre forme di disagio”, promosso dalla Fondazione Emmanuel.
Sempre in tale ambito, sono state attivate presso l’Ospedale Madre Teresa di Tirana due iniziative di rafforzamento dei servizi sanitari per particolari categorie di pazienti. ACAP e Comunità di Sant'Egidio hanno promosso il progetto di “Tutela dei diritti dei malati psichici portatori di forme croniche di malattia mentale” per la realizzazione di case-famiglia per i pazienti affetti da disturbi psichiatrici e la formazione di operatori domiciliari e staff della Clinica Psichiatrica.
L’ONG Magis ha invece implementato il progetto di “Diagnosi precoce e integrazione sociale di minori non udenti” per la fornitura di protesi acustiche, esami specialistici e terapie di riabilitazione uditiva.





© 2004 - 2014 Ufficio per la Cooperazione allo Sviluppo Design & Programing WPP