MANDATO

Nell’ultimo ventennio l’Albania ha intrapreso un importante cammino verso la stabilizzazione politico-economica, il consolidamento delle istituzioni democratiche e una crescita sostenuta. La Cooperazione Italiana, testimone del superamento progressivo dell’emergenza, ha riformulato il suo programma di aiuto allo sviluppo, concentrandosi con il nuovo Protocollo bilaterale, firmato nel 2010, a sostegno del processo d’integrazione europea e sostenendo il Paese nella formulazione di strategie e di priorità necessarie per l’adeguamento all’acquis communautaire.

Al fine di garantire uno sviluppo sia economico che sociale, l’Italia adotta un approccio multi-settoriale, impegnandosi nella realizzazione di progetti riguardanti diverse aree di intervento. Il rapporto di cooperazione avviene, oltre che sul canale bilaterale (accordi tra i due Governi), anche attraverso il canale multilaterale (accordi tra Governo albanese e Organizzazioni internazionali, sottoscritti dall’Italia in qualità di donatore) e con i progetti promossi dalle ONG e i programmi della cooperazione decentrata degli enti locali italiani.

In linea con i principi sanciti dalla Dichiarazione di Parigi e dall’Agenda di Accra sull’efficacia degli aiuti e con il Codice di Condotta dell’Unione Europea in materia di complementarità e di divisione del Lavoro nelle Politiche dello Sviluppo, la Cooperazione Italiana opera di concerto con le autorità albanesi, allineando i suoi interventi alle priorità strategiche del Paese, sancite nella Strategia Nazionale di Integrazione e Sviluppo 2007-2013, documento programmatico al quale sono collegate le diverse strategie di sviluppo settoriali e trasversali e i relativi piani d’azione. Inoltre, le iniziative di sviluppo sono attuate in un quadro ordinato di coordinamento degli aiuti con gli altri donatori bilaterali e multilaterali. Tale processo di coordinamento è guidato dal Dipartimento per le Strategie di Sviluppo e di Coordinamento dei Donatori, istituito nel 2006 presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri albanese. Il suo obiettivo specifico è quello di creare le condizioni per una pianificazione efficace delle iniziative di sviluppo, assicurando che il complesso degli aiuti internazionali siano in linea e complementari agli interventi statali.




© 2004 - 2014 Ufficio per la Cooperazione allo Sviluppo Design & Programing WPP